Referendum: Carlo Malinconico sottoscrive l’appello per il sì

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Durante la mattinata di martedì 13 settembre si è tenuto, presso il Salone Olimpo del Grand Hotel de la Minerve a Roma, l’incontro per la presentazione del Comitato Nazionale per il Referendum Costituzionale “Liberi Sì”. Grazie all’iniziativa del Professor Giuliano Urbani e del Professor Marcello Pera si sono riunite numerose personalità illustri favorevoli alla riforma della Carta Costituzionale: Carlo Malinconico, Giuseppe Calderisi e Guido Pescosolido sono solo alcuni dei nomi che hanno deciso di sottoscrivere l’appello. Il Comitato, in un documento, evidenzia come la campagna referendaria stia anteponendo il giudizio sul Governo attuale al dibattito sulla riforma della Costituzione, andando così incontro a un errore grossolano. Al di là delle polemiche, è possibile dedurre i vantaggi reali della riforma costituzionale: eliminerebbe il bicameralismo perfetto che richiede al governo la fiducia in entrambe le camere, si abolirebbero definitivamente le province e ridurrebbe il numero dei senatori a 100, tagliando così i costi della politica. Il Comitato “LiberiSì”, del quale Carlo Malinconico fa parte, è costituito da personalità fuori dai partiti politici e liberi di mantenere il proprio giudizio personale sul Governo attuale. Il Comitato si rivolge a tutti quei democratici, popolari, liberali e riformisti che vedono nel prossimo Referendum Costituzionale una possibilità unica e irripetibile per rendere le istituzioni italiane più trasparenti, snelle ed efficienti.

Referendum: Carlo Malinconico sottoscrive l’appello per il sì, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>