Società Agricola Milani: focus sull’azienda

La Società Agricola Milani, nata nel 1988, viene avviata dai fratelli Maurizio e Orazio come azienda di famiglia. In precedenza già il padre dei due fondatori era attivo nel settore alimentare lavorando come allevatore e coltivatore. Ne hanno parlato i due fratelli in una recente intervista rilasciata a “La Tribuna di Treviso”.

“Io e mio fratello Orazio abbiamo fondato l’azienda nel 1988, ma già nostro padre, Lino, era nel settore”: non solo, oggi lavorano in azienda anche le figlie dei due fratelli, ovvero Silvia e Serena, gemelle nate nel 1984, e Laura, nata nel 1991. Impresa quindi tutta in famiglia considerando anche la cugina Laura.

Illustrando le fasi del processo produttivo della Società Agricola Milani, i fondatori raccontano come le scrofe presenti siano circa 2.300 tra le circa 1.500 nella sede di Zero Branco e le 800 in quella di San Vito al Tagliamento. Un terzo stabilimento è invece a Spresiano dove i maiali, in seguito allo svezzamento fino ai trenta chili di peso, diventano adulti arrivando a pesare anche 175 chili.

“Gli stabilimenti di San Vito e Spresiano rappresentano un ciclo chiuso: nel primo i maialini nascono e crescono fino a trenta chili, nel secondo vanno all’ingrasso per poi essere venduti alle aziende produttrici di insaccati Dop o Igp, dal prosciutto crudo di Parma e San Daniele fino al culatello”, così Maurizio Milani nell’intervista: “A Zero Branco, invece, abbiamo solo la prima parte, e poi vendiamo i maialini a trenta chilogrammi ad aziende che si occupano da sole dell’ingrasso”.

Il titolare, che opera anche nei ruoli di presidente di zona Coldiretti per Mogliano, vicepresidente dell’Associazione nazionale allevatori suini e commissario alla Cun, ha inoltre specificato: “Il numero di allevamenti è in calo, per molte aziende il passaggio generazione è fatale. Anche trovare la manodopera non è semplice: è un lavoro bello ma faticoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*