Emergenza Covid-19 e sanità italiana: l’intervista a Mario Melazzini e Walter Ricciardi (ICS Maugeri S.P.A.)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

“Oltre il Covid, la sanità italiana alla sfida dei nuovi bisogni di salute” è il tema dell’appuntamento ANSA-Incontra al quale hanno partecipato Mario Melazzini e Walter Ricciardi – rispettivamente Amministratore Delegato e Direttore Scientifico ICS Maugeri S.P.A. – esprimendo il proprio pensiero sulle sfide future della sanità italiana. La pandemia ha portato le organizzazioni sanitarie a modificare l’approccio sulla programmazione legata all’emergenza e sulla modifica di una risposta di salute collegata all’evento acuto e al post evento acuto: l’Istituto Maugeri si è infatti trasformato in un setting assistenziale diverso seguendo oltre 6 mila casi di pazienti malati di Covid-19. Gli effetti negativi del virus hanno colpito anche i pazienti affetti da altre malattie, i quali non hanno potuto usufruire dell’assistenza sanitaria sia per la paura di contrarre il Covid-19, sia per la mancanza di un’organizzazione adeguata che potesse far fronte all’emergenza sanitaria. Le attività ambulatoriali hanno subito un forte rallentamento e, secondo i dati rilasciati dall’Osservatorio Nazionale Screening, nel 2020 sono stati registrati 2 milioni di esami screening in meno rispetto al 2019: in risposta, gli Istituti Clinici Scientifici Maugeri hanno istituito un numero verde dedicato allo sportello senologico per offrire consigli ai pazienti e poter prenotare un appuntamento. Secondo Mario Melazzini l’assistenza e la prevenzione devono continuare in un’ottica di sinergia e allineamento tra pubblico e privato e, a tal proposito, anche la politica assume un ruolo fondamentale dal momento che la disomogeneità di risposta a livello regionale è ormai evidente. “Manca una regia a livello nazionale rispetto a quello che è un sistema sanitario che è eccelso – ha continuato l’Amministratore Delegato di ICS Maugeri S.P.A. – ma l’organizzazione deve essere cambiata”. Walter Ricciardi ha confermato che attualmente, se la campagna vaccinale prosegue con questa intensità, ci sono tutte le premesse per uscire dall’emergenza: quando in Italia il 70% – 80% della popolazione sarà vaccinata, la circolazione del virus subirà una forte riduzione e potremo tornare a uno stato di quasi normalità. Nel periodo di forte emergenza sanitaria i 17 istituti di ICS Maugeri, di cui 9 IRCCS presenti in 7 Regioni, sono stati coinvolti nella fase pandemica e hanno contribuito attivamente alla vaccinazione. Gli effetti della pandemia hanno inoltre causato la diminuzione dell’aspettativa di vita: in un solo anno la prospettiva è diminuita di oltre un anno, segnale che conferma la forte necessità di investire sulla sanità nazionale. In alcune regioni, come affermato da Walter Ricciardi, i fondi destinati alla sanità sono rimasti inutilizzati a causa di un’errata capacità di gestione: è quindi inevitabile istituire meccanismi di correzione e recupero per ideare interventi a garanzia dei cittadini. Altro focus dell’intervista è stata la riabilitazione post Covid: ICS Maugeri S.P.A. vuole porre il tema della riabilitazione al centro della sfera sanitaria perché in Italia è ancora sottovalutato. Il percorso riabilitativo è significativamente importante per superare con successo i segni e i danni lasciati dalla malattia, attraverso un programma pensato anche in ambito extra ospedaliero, e con l’ausilio della telemedicina e delle nuove tecnologie è possibile raggiungere risultati tangibili.

Per maggiori informazioni:
https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2021/06/10/oltre-il-covid-la-sanita-post-emergenza-in-un-ansa-incontra_1ebaca18-10b7-4a8b-a629-4bc2de418708.html

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*