Auro Palomba: “Borsa, da oggi sciopero a oltranza”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Il sasso è stato gettato, e ora si attende dì conoscere la reazione dello stagno. I procuratori di Borsa sono balzati nuovamente sulle prime pagine dei giornali, e hanno chiesto allenterò mondo che circonda il mercato azionario di aiutarli nella vertenza che hanno aperto con gli agenti di cambio. Il risultato non è stato finora, a dir la verità, esaltante. Qualche parola di conforto è venuta soltanto dal presidente della Commissione Finanze della Camera, Franco Piro, che ha promesso il proprio interessamento, ma nulla più. Alla Consob dicono che incontri non ne hanno mai rifiutali a nessuno, ma che la richiesta non è ancora arrivata. Gli agenti di cambio hanno fissalo un faccia a faccia con i procuratori per martedì prossimo, senza troppa fretta. E quindi nulla può impedire, a meno di colpì di scena, lo sciopero ad oltranza che partirà questa mattina. Enrico Tagliabue, leader dei rivoltosi dopo le dimissioni della colomba Tito Rainis, non si ritrova nel ruolo assegnatogli. «Ho accettato questa posizione solo perché sono da 34 anni in Borsa, e fra tre mesi tutti gli organismi verranno a decadere, con l’introduzione delle Sim. E dunque anche l’Anpac cesserà di avere una funzione, e io tornerò a fare il mio lavoro in pace». Riconosce gli errori della categoria: «Non sono stati sufficientemente valutati i problemi connessi alla rivoluzione creata dalla legge sulle Sim. Noi avremmo preferito una riforma, non una ciente dall’Anpac. Dai partiti reazioni di Pds e di Pri. Il Fds ha sollecitato ieri un intervento dell’Esecutivo per risolvere la questione Borsa. «Il governo non si può comportare come un estraneo in questa vicenda – ha detto Angelo De Mattia – al di là di tutte le responsabilità del Parlamento, che comunque ha fatto qualcosa, resta insoluto il problema della Borsa, una questione che deve essere considerata nella sua globalità dall’Esecutivo». E il Pds sembra guardare con maggiore favore verso le lotte dei procuratori che in precedenza. Forse perché dietro l’Anpac si muovono ora i sindacati (è previsto per lunedì un incontro con il segretario generale della Uil Giorgio Benvenuto), o forse perché la controparte non sono più ì politici bensì gli agenti di cambio: «I procuratori legittimamente aspirano alla salvaguardia dell’occupazione, ma scelgono forme di lotta non condivisibili». Anche la Voce Repubblicana è intervenuta sull’argomento, sostenendo che l’attuale situazione della Borsa è il risultato di inadempienze politiche, e «prove attendibili di ciò sono i passi falsi compiuti con il decreto dì tassazione sui capital gain e gli indugi e i rinvii che accompagnano i pro-getti presentali in materia». La risposta del governo 6 stata finora questa: un emendamento al decreto fiscale reso noto ieri prevede di riportare a 5 mila lire la tassa minima sui contratti di Borsa, che era stata abbassata a 2.500 in sede dì conversione del precedente decreto legge.

FONTE: Il Messaggero
AUTORE: Auro Palomba

Auro Palomba: “Borsa, da oggi sciopero a oltranza”, 5.0 out of 5 based on 1 rating

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*